Facendo seguito…

…a: L’artista guarda la sua opera o l’opera guarda l’artista?

Non l’ho scritto, mi sono resa conto che davo per scontato: nella mostra si affacciano l’una all’altra due opere di due autori diversi.

Un transito di sguardi, vedere l’altro nella sua persona, saperlo creatore. Ritrovarlo nell’immagine personale che si ha di lui, presentarlo a se stesso e all’ancora Altro.

Talvolta ho una chiarezza corporea dello scorrere potente che si crea tra due nella seduta di Arte Terapia. Dell’essere del campo e nel campo. Corporea perchè essere per me è solo se nel corpo, come l’opera d’arte è tale solo se dal corpo.

Informazioni su ceciliamacagno

Art therapist, artist,
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...